il Retail design ha trasformato lo spazio dedicato ai prodotti di bellezza in una nuova esperienza

Questo grande rivenditore finlandese ha utilizzato una nuova pianificazione retail per il reparto dei prodotti di bellezza per realizzare un’esperienza moderna e orientata al consumatore.

Il Retail design aveva bisogno di un approccio fresco e orientato al consumatore

Per qualche tempo, l’azienda finlandese Stockmann ha avuto la sensazione che il look e la pianificazione retail del reparto dei prodotti di bellezza del suo punto vendita non fosse in grado di soddisfare le mutevoli esigenze del consumatore. L’esperienza offerta dal punto vendita era antiquata e meno ispirata rispetto alla concorrenza, a causa di un layout che non faceva un uso ottimale dello spazio.

Retail design flessibile

Abbiamo collaborato con il team di progettazione di Stockmann per sviluppare un aspetto e un’atmosfera nuovi e in linea con il brand. Il nostro progettista creativo ha poi prodotto visualizzazioni 2D e 3D, per individuare un design a misura di consumatore l, ottimizzato per la zona.
Nelle prime fasi del progetto, abbiamo deciso che l’esperienza mirata al consumatore poteva essere realizzata se tutti gli allestimenti fossero stati progettati per essere flessibili, rendendo i cambiamenti più efficienti dal punto di vista dei costi. Quindi, per ottenere esattamente l’atmosfera giusta, sono stati esaminati diversi materiali in combinazione con gli espositori dei brand di cosmetici internazionali. Per la visualizzazione del progetto, sono stati realizzati alcuni disegni tecnici, che sono stati anche utilizzati come cianografie per il processo di fabbricazione e di installazione.

Il nuovo spazio è un piacevole mix di materiali ed espositori

Il risultato è un piacevole mix di arredi moderni e unici, sia realizzati su misura che standard, che si abbinano agli espositori proprietari dei brand di cosmetici internazionali. Il contrasto tra materiali distintivi ed espositori crea uno spazio facile da percorrere e in grado di ispirare il consumatore.

Share this on